All’inizio, gli orologi subacquei erano strumenti puri: compagni di nuoto essenziali che aiutavano a mantenere i sub in tempo e quindi, beh, vivi. Oggi sono qualcos’altro: dichiarazioni di moda, pezzi di conversazione, compagni robusti per un viaggio in spiaggia o in piscina. Questo è un estratto da Timeline: “Dive Watches Through the Decades”, che ripercorre la storia del dive watch dal suo inizio nel 1920, con l’invenzione dei primi casi veramente resistenti all’acqua, fino al 2014. (Solo orologi meccanici sono incluso.)

1. Rolex Oyster (1926)

Rolex_Oyster_Ref679_1926-823x1024-replica-Italia-orologi

Nel 1926 compaiono orologi costruiti appositamente per l’uso da parte di subacquei. Hanno corone isolate (la corona è il principale punto di entrata per l’acqua in una cassa). È stato anche l’anno in cui Hans Wilsdorf, fondatore di Rolex, ha introdotto la custodia Oyster, che ha una corona avvitata, un fondello avvitato e un cristallo sigillato in modo sicuro. È il primo caso al mondo veramente resistente all’acqua. Un anno dopo, Wilsdorf chiede a Mercedes Gleitze, una stenografa che gareggia per diventare la prima donna britannica a fare il bagno nel Canale della Manica, a indossare un Oyster in uno dei suoi tentativi. Non ce la fa fino in fondo, ma il Rolex che porta al collo continua a ticchettare.

2. Panerai prototypes (1936)

Panerai_watch_PAMPR004_1936-694x1024-replica-Italia-orologi

La Marina italiana commissiona a Panerai i primi prototipi di un orologio che evolverà nel modello ora noto come “Radiomir”. Gli orologi, resistenti all’acqua fino a 30 metri, entreranno in produzione due anni dopo. I primi orologi Radiomir hanno movimenti e astucci brevettati – a forma di cuscino e 47 mm di diametro – realizzati da Rolex. Sono chiamati per il radio che rende i loro quadranti leggibili anche in acque torbide. replica Italia orologi 

3. Blancpain Fifty Fathoms (1953)

Blancpain_Fifty_Fathoms_Initial_Model_1953-1024x983-replica-Italia-orologi
Blancpain presenta il suo primo orologio subacqueo, il Fifty Fathoms. L’orologio è impermeabile fino a 100 metri. (Cinquanta braccia è uguale a 300 piedi, o circa 91 metri. È la profondità massima che i subacquei possono percorrere al momento con l’equipaggiamento allora disponibile.) L’orologio è il risultato di una richiesta del capitano Bob Maloubier, che era un agente segreto per gli inglesi durante la seconda guerra mondiale e poi divenne il capo del corpo da combattimento militare francese. Ha chiesto a Blancpain di creare un orologio con quadrante nero, grandi numeri arabi, indicazioni chiare e una ghiera girevole. “Volevamo in effetti che ognuno dei marcatori fosse chiaro come una stella guida per un pastore”, ha ricordato in seguito Maloubier.

4. Protezione corona Panerai (1956)

Panerai_Crown_Protection_1956-482x1024-replica-Italia-orologi

Panerai riceve un brevetto per un ponte curvo che protegge la corona. Ora un segno distintivo della collezione Luminor dell’azienda, il ponte contiene una leva a camma di bloccaggio che spinge la corona contro la custodia in modo che si adatti saldamente contro le guarnizioni della corona.

5. Il primo orologio subacqueo di Breitling (1957)

Breitling_Superocean_1957-612x1024-replica-Italia-orologi

Breitling lancia il suo primo orologio subacqueo, il Superocean. L’orologio è impermeabile fino a 200 metri, grazie in parte alla sua cassa monoscocca (vale a dire, un pezzo) e il suo cristallo particolarmente robusto. La lunetta dell’orologio può essere bloccata in posizione in modo che non possa essere rimossa durante l’immersione. Una versione cronografica dell’orologio esce nel 1959.

6. Primo Rolex Sea-Dweller (1967)

First_Rolex_Sea_Dweller_1967-695x1024-replica-Italia-orologi

Rolex introduce Sea-Dweller, una versione più profonda del Submariner. La sua caratteristica distintiva è la valvola dell’elio, attraverso la quale può essere rilasciato elio che è entrato nella cassa durante il tempo trascorso in una camera di immersione. L’orologio è prodotto su richiesta della società francese COMEX (Compagnie Maritime d’Expertise), specializzata in attrezzature e servizi per immersioni profonde, principalmente per l’estrazione di petrolio e gas offshore. L’orologio è impermeabile fino a 610 metri.

7. Primo computer da immersione (1983)
Viene presentato il primo computer da immersione. Negli anni ’90, l’uso dei computer da immersione si diffonde e gli orologi subacquei vengono relegati principalmente al ruolo di equipaggiamento di riserva.

8. ISO inventa standard di sorveglianza subacquea (1996)
L’International Organization for Standardization (ISO) emette lo standard 6425, definendo le caratteristiche che un orologio deve avere per poter essere designato come un orologio “da immersione”. Includono requisiti per la resistenza all’acqua (l’orologio deve essere più resistente all’acqua del 25% rispetto a quello richiesto sul quadrante), leggibilità sotto l’acqua, resistenza agli shock termici e capacità di misurare il tempo trascorso. Lo standard 6425 soppianta lo standard emesso nel 1984 ed è ancora in vigore oggi.

9. CX Swiss Military 20,000 Feet (2009)

CX_Swiss_Military_20000_feet_2009-replica-Italia-orologi

CX Swiss Military svela i 20.000 piedi, che spezza il record di resistenza all’acqua di Rolex Deepsea (20.000 piedi equivalgono a circa 6.100 metri) ed entra nel Guinness dei primati. (CX Swiss Military aveva tenuto il record della profondità dal 2005 fino alla comparsa del Deepsea nel 2008.) L’orologio è un cronografo con cassa da 28,5 mm e dorso a cupola. Secondo CX Swiss Military, è in realtà impermeabile fino a 7.500 metri, fornendo così il 25% di margine di sicurezza richiesto per soddisfare la norma ISO 6425.

10. Collezione IWC Aquatimer (2014)

IWC_Aquatimer_Deep_Two_2014-replica-Italia-orologi

IWC aggiorna la sua collezione Aquatimer, inserendola con una lunetta esterna bidirezionale e una interna, unidirezionale. Il più impermeabile dei nuovi modelli Aquatimer, l’Aquatimer Automatic 2000, è impermeabile fino a 2.000 metri.

Scopri la storia completa dell’orologio subacqueo nel nostro download – disponibile nel negozio WatchTime – che include ancora più highlight e primati, come il Rolex Sea-Dweller 4000 e il primo Omega Seamaster!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *