I piloti fanno affidamento sui cronografi Breitling, ma i calendari, i timer mondiali e gli orologi subacquei fanno parte della storia di oltre 130 anni del marchio. Mentre digeriamo e discutiamo i modelli Navitimer riprogettati che Breitling ha annunciato la scorsa settimana, diamo un’occhiata a cinque importanti orologi Breitling che hanno contribuito a definire l’identità del marchio dal 1915 fino ai giorni nostri.


1. Breitling Chronomat

Breitling_Milestones_ChronoMat_5601-replica-Breitling-orologi

Lanciato nel 1941, il Breitling Chronomat era basato su un documento brevettuale che replica Breitling orologi presentò nel 1940: il brevetto numero 217012 garantiva protezione per un orologio da polso in stile strumento con una regolo circolare. Questo sistema intelligente ha reso rapido e relativamente facile eseguire varie misurazioni e operazioni matematiche, ad esempio la conversione di velocità o distanze da un’unità di misura ad un’altra, moltiplicazione, divisione e moltiplicazione incrociata. Questo nuovo segnatempo ha attratto molti appassionati dello sport e dell’industria e i tecnici hanno apprezzato le sue caratteristiche speciali, che hanno reso più facile il loro lavoro. Le versioni successive del Chronomat con diversi casi e quadranti erano i primi antenati del leggendario Navitimer di Breitling. L’orologio qui mostrato contiene Venus Calibre 175. Una caratteristica speciale di questo orologio è un contatore per 45 minuti trascorsi – un dettaglio accolto dagli appassionati di calcio.

2. Breitling Navitimer

Breitling_Milestones_Navitimer_5601-replica-Breitling-orologi

Non essere ingannato: il nome di questo orologio, che è stato registrato nel 1955, non ha nulla a che fare con la marina. Il Breitling Navitimer, che debuttò nel 1952, fu progettato per aiutare i piloti a coordinare il tempo e la navigazione: era dotato di funzioni di calcolo. La pubblicità descriveva questo dispositivo multifunzionale, che conteneva il calibro Venus 178 a carica manuale, come uno “strumento di bordo personale”. La regola di scorrimento incorporata consentiva agli aviatori di moltiplicare e dividere, convertire miglia nautiche in miglia terrestri e calcolare medie, consumo di carburante , guadagno medio di altitudine e distanze durante l’ascesa e l’atterraggio. Fumbling con carta e matita mentre in volo potrebbe essere almeno parzialmente eliminato. Da quando è stato introdotto, il Navitimer ha subito varie modifiche, principalmente al suo caso e ai calibri ospitati, cioè a carica manuale, a carica manuale con data o a carica automatica, ma nessuno ha mai manomesso la sua caratteristica più distintiva : la sua regola di scorrimento circolare.

3. Breitling Chrono-Matic

Breitling_Milestones-Chrono_Matic_560-replica-Breitling-orologi

Le vendite di cronografi sono diminuite notevolmente durante la seconda metà degli anni ’60. replica Breitling e il suo concorrente Heuer hanno formato una partnership per sviluppare il primo cronografo automatico e spera che il suo lancio possa aiutare a contrastare la crisi. L’avventura ebbe inizio nel 1965, quando le due ditte, insieme a Büren Watch e Dubois Dépraz, firmarono un contratto per lo sviluppo dell’orologio; hanno chiamato la venture Project 99. Büren è stato assunto come fornitore di movimento a causa della sua esperienza con i micro-rotori. Nessun altro tipo di calibro a carica automatica poteva consentire l’installazione posteriore e quindi di facile manutenzione del modulo cronografo appositamente sviluppato, poiché il piccolo peso oscillante non interferiva con i due perni dei contatori del tempo trascorso. Inoltre, l’anello della data era posizionato direttamente sotto il quadrante. L’architettura modulare ha anche permesso di installare la corona sul lato sinistro, dove mostrava chiaramente che si trattava di un orologio a carica automatica. Breitling e Heuer (ora TAG Heuer) erano responsabili del design, dei quadranti, dei casi e degli altri componenti. I primi prototipi di Calibre 11, che giravano a 19.800 mph, erano disponibili nella primavera del 1968. Il lancio ufficiale del Breitling Chrono-Matic, il primo cronografo automatico al mondo con micro-rotore, ebbe luogo simultaneamente a Ginevra e New York il 3 marzo 1969. Quando si alzarono le tende, il progetto aveva già consumato circa mezzo milione di franchi svizzeri.

4. Emergenza Breitling

Breitling_Milestones-Emergency_560-replica-Breitling-orologi

L’emergenza Breitling, che ha debuttato nel 1995, è stata progettata per salvare vite umane in situazioni critiche. L’emergenza Breitling è stata sviluppata in collaborazione con i piloti professionisti. Breitling ha dotato la custodia flip-open di questo grande orologio in titanio con un micro-trasmettitore impostato sulla frequenza internazionale di soccorso aereo di 121,5 MHz. Il trasmettitore dell’emergenza Breitling replica potrebbe inviare segnali tramite un’antenna a filo estendibile se l’utente ha bisogno di aiuto. Una volta attivato, il trasmettitore emetterebbe ripetutamente un impulso di 0,75 secondi ogni 2,25 secondi. Se trasmessi da un terreno pianeggiante, il segnale potrebbe essere ricevuto entro 160 chilometri (99,4 miglia) dal sito del disastro da aerei di ricerca che volano a un’altitudine di 6.000 metri (19.685 piedi). Due batterie al litio nell’emergenza Breitling fornivano energia sufficiente per mantenere il trasmettitore in funzione per 48 ore. Il modulo di misurazione del tempo elettronico, che poteva misurare gli intervalli trascorsi fino al 1/100 di secondo più vicino, aveva anche una funzione di conto alla rovescia, un allarme e una visualizzazione del tempo in una seconda zona. Questa informazione è stata mostrata in forma digitale. I piloti degli squadroni acrobatici di molte nazioni hanno scelto di indossare questi orologi. (Clicca qui per leggere la versione più recente di Emergency, Breitling Emergency II.)

5. Breitling Transocean Chronograph Unitime

Breitling_Milestones-Transocean_Unitime_560-replica-Breitling-orologi

L’headliner di Breitling per il 2012 ha seguito le orme del suo temporizzatore mondiale Unitime, che ha fatto il suo debutto nel 1951. Da un punto di vista tecnico e funzionale, il nuovo orologio, il Breitling Transocean Chronograph Unitime, era anni luce avanti rispetto al suo predecessore storico. I miglioramenti iniziarono con il movimento del cronografo a carica automatica e continuarono con il meccanismo sotto il quadrante. Tutti gli indicatori possono essere impostati e regolati, in avanti o indietro, tramite la corona. Quando un viaggiatore raggiunge la sua destinazione, ruota la nuova città di riferimento fino alle 12. Questa azione attiva la lancetta delle ore centrale, la visualizzazione della data e l’anello delle 24 ore per reimpostarsi automaticamente; solo le lancette dei minuti e dei secondi continuano a funzionare inalterate. I tecnici pensavano anche all’ora legale o all’ora legale: includevano piccoli simboli solari sull’anello della città che potevano essere usati per effettuare correzioni di un’ora. Breitling offre la città anello con i nomi delle città scritte in diverse lingue. La cassa da 46 mm è impermeabile fino a 100 metri e, come tutti gli orologi Breitling, è certificata COSC. Per maggiori dettagli sul cronografo Transocean Unitime, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *