A partire dal 2018, è difficile da credere, ma l’informale cugino della classica Audemars Piguet Royal Oak festeggia il suo 25 ° compleanno. Il Royal Oak Offshore arrivò nel 1993 come uno dei, se non l’originale orologio oversize moderno, aggiungendo benzina a una mania che non molti videro all’epoca. Audemars ha pienamente abbracciato l’idea di andare più informale di quanto il marchio non fosse mai stato prima, e dopo 25 anni il Royal Oak Offshore è diventato un favorito dei fan per molti collezionisti di AP là fuori. Le caratteristiche che includono un rating di resistenza all’acqua modesto o moderato, cinghie di gomma robuste ma confortevoli e una costruzione generalmente più robusta rispetto al classico Royal Oak, mettono l’Offshore in una classe di orologi completamente diversa, più adatto a combattere con cose come Rolex DSSD, tra gli altri.

AudemarsPiguet_5D3_0776-Edit-replica-Audemars-Piguet-orologi
Il cronografo Royal Oak Offshore
Sebbene il cronografo Offshore si sia evoluto in maniera ragionevole sin dal suo inizio, un certo numero di fattori chiave rimane un filo conduttore per la maggior parte delle iterazioni dell’orologio lanciato negli ultimi dieci anni. Con l’evolversi della serie, uno dei cambiamenti più significativi della linea fu la creazione del quadrante “Mega Tapisserie” che arrivò nella linea Offshore con i primi modelli “Themes” nel 2002. Anche se un semplice cambiamento, un ingrandimento di il modello di hobnail trovato su tutte le Royal Oaks di Audemars sin dalla loro prima apparizione sul mercato: la Mega Tapisserie conferisce ai quadranti Offshore un aspetto più accattivante della tridimensionalità, nonché un aspetto generale meno tradizionale. Questi quadranti sono apparsi in una vasta gamma di colori e configurazioni nel corso degli anni, tra cui una linea sempre crescente di coloratissimi Royal Oak Offshore Divers a cui il marchio ha aggiunto i colori del quadrante Khaki, Beige, Purple e Aqua al SIHH nel 2018.

AudemarsPiguet_5D3_0803-Edit-replica-Audemars-Piguet-orologi
Nel complesso, la configurazione del quadrante del Cronografo Offshore è rimasta abbastanza costante anche negli anni, almeno quando si parla della collezione maschile. I quadranti a sei, nove e dodici che forniscono le ore di funzionamento del cronografo, i minuti del cronografo e i secondi di corsa mantengono rispettivamente un livello pratico di funzionalità senza ricorrere alla configurazione più diffusa di tre, sei, nove, in cose come il Rolex Daytona, Zenith El Primero e innumerevoli altri chronos là fuori. Il posizionamento del quadrante dei minuti, in particolare, è stato a lungo uno dei punti facili per individuare gli orologi AP knock-off, in base a quanto degli otto e dieci indici sono stati tagliati (almeno sugli esempi con numeri arabi).

AudemarsPiguet_5D3_0786-Edit-replica-Audemars-Piguet-orologi.
Innovazione Royal Oak Offshore
Senza entrare nei rivoluzionari e superlativi pezzi del Royal Oak Concept, è sicuro dire che una grande quantità di innovazione è stata introdotta nella linea Offshore, specialmente quando si discute sull’uso dei materiali. Tornando al 2002 (di nuovo), AP è stato il primo marchio ad utilizzare una copertura / rivestimento in gomma come uno dei suoi componenti principali, in questo caso coprendo sia la lunetta in acciaio o in oro rosa 18 carati, sia i suoi pulsanti. Questo design non ortodosso, specialmente nel caso di copertura dell’oro, è stata una scelta sorprendente all’epoca, tuttavia vista l’idea che l’Offshore è pensato per essere un orologio di lusso ruvido e ruvido in grado di gestire l’abuso di avventura, il materiale ha un bel po ‘di senso. Questa non è affatto l’unica innovazione di materiali che emerge da AP nella linea Offshore. La ceramica ha avuto un ruolo importante negli ultimi anni, come potete vedere sulla ghiera, sulla corona e sui pulsanti del cronografo Offshore che presentiamo qui. Un tuffatore offshore completamente in ceramica è emerso nella raccolta nel 2013, così come l’esempio di carbonio forgiato con gli accenti gialli pubblicato nel 2012.

AudemarsPiguet_5D3_0812-Edit-replica-Audemars-Piguet-orologi
Quando si tratta del rif. Il cronografo Offshore 26400SO che guardiamo oggi, questo è un esempio che spicca un sacco di scatole. È dotato di un “quadrante panda” molto amato, un quadrante bianco con contatori cronografici neri, completato da eleganti accenti di ceramica nera sulla sua cassa in acciaio da 44 mm. Questo cronografo è alimentato dal calibro a carica automatica Audemars Piguet 3126/3840, che offre una riserva di carica di 50 ore. Il calibro è stato introdotto per la prima volta nel 2007 e ora alimenta tutti i cronografi della linea. replica Audemars Piguet orologi utilizza come base il calibro 3120 interno, per poi installarlo con un modulo cronografo Dubois Depraz fortemente modificato. Questo esempio usa un rotore annerito scheletrato piuttosto che il rotore d’oro più convenzionale visto nella linea standard Royal Oak. Quello che amo di più di questo particolare Royal Oak Offshore a parte la sua generale versatilità è la sua configurazione a quadrante. Sebbene i quadranti arabi siano piuttosto interessanti di persona, mi piace meno il modo in cui i numeri sono intercettati dai suoi quadranti. Usando indici a bastone applicati, non solo questo dettaglio viene evitato del tutto, ma il suo quadrante ora appare molto meno ingombrante e consente a chi lo indossa di apprezzare ulteriormente i dettagli della sua Mega Tapisserie.

AudemarsPiguet_5D3_0778-Edit-replica-Audemars-Piguet-orologi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *