Abbiamo raggiunto il punto nella stagione di anteprima di SIHH (che è il modo in cui guardiamo le persone dei media tendono a considerare le festività natalizie) quando normalmente riveleremmo quale delle sue collezioni IWC si concentrerà nel 2018. Quest’anno, tuttavia, le cose sono un un po ‘diverso Perché nel 2018, saranno 150 anni da quando l’orologiaio fiorentino Ariosto Jones salpò a Sciaffusa, in Svizzera, e fondò l’International Watch Company (oggi molto più comunemente con le sue iniziali, IWC), che rimane l’unico marchio di orologi svizzero fondato da un Americano. Per celebrare l’anniversario, IWC sta rompendo dalla consueta tradizione di dedicare la nuova produzione di prodotto dell’anno a una famiglia particolare, e invece di rilasciare quella che chiama la sua Collezione Jubilee – 27 modelli in edizione limitata in quattro famiglie. Continua a leggere per scoprire cinque modelli Jubilee che IWC ha annunciato prima del debutto completo della collezione al SIHH 2018.

IWC_DaVinci_Automatic_Edition_150_DialCU_1000-replica-Italia-orologi

Nonostante gli orologi siano distribuiti tra le collezioni Portugieser, Portofino, Da Vinci e Pilot’s Watch, la collezione IWC Jubilee è unita come una propria famiglia da un elemento estetico distintivo: i quadranti stampati sono tutti bianchi, con le mani azzurrate, o blu, con le mani placcate in rodio, e sono rifiniti con più strati di lacca per ottenere un look che ricorda pocketwatch vintage smaltati. Tutti sono montati su cinturini in pelle di alligatore nero del maestro italiano Santoni, un partner IWC.

Il chiaro headliner della collezione – almeno fino a questo punto, a eccezione di un pezzo ancora presentato a SIHH a gennaio – è l’IWC Tribute to Pallweber Edition “150 Years”, un segnatempo che non rappresenta solo un primo tecnico per IWC, ma rivive anche uno dei modelli storici più leggendari dell’azienda. I pocketwatch originali di Pallweber, lanciati da IWC a partire dal 1884, sono stati ideati dall’orologiaio salisburghese Josef Pallweber, che ha aperto la strada a un sistema di cronometraggio digitale in cui le ore ei minuti venivano visualizzati da grandi numeri su dischi rotanti piuttosto che con le mani. Gli orologi Pallweber – tra i primi nella storia ad utilizzare un display digitale del tempo – sono estremamente rari oggi; solo circa 20.000 sono stati realizzati da IWC, e il loro successo commerciale è stato breve a causa del grande drenaggio delle riserve di potenza degli orologi necessarie per azionare i dischi pesanti. La moderna versione da orologio da polso – dotata di cassa in oro rosa 18 carati di 45 mm di diametro; quadrante bianco laccato; e una lancetta dei secondi azzurrata per completare il display digitale delle ore e dei minuti – risolve questo problema storico con un nuovo movimento dotato di un sistema in attesa di brevetto per guidare i dischi. replica Italia orologi

IWC_DaVinci_Auto_Moonphase_36_reclining_1000-replica-Italia-orologi

IWC_Pallweber_pocketwatch_1000-replica-Italia-orologi

La manifattura IWC Calibre 94200, il movimento a carica manuale che alimenta il Tribute a Pallweber, migliora gli ingranaggi dentati che spostano i dischi delle ore e dei minuti nei pocketwatch originali aggiungendo un treno di ruote separato, con la sua canna, che fornisce l’impulso che fa avanzare il disco di un solo minuto. Un meccanismo di rilascio collegato alla ruota principale sblocca il treno ogni 60 secondi e lo blocca immediatamente. Dopo 10 minuti, il disco a minuto singolo sposta il disco di 10 minuti in avanti di una posizione. Ogni 60 minuti, il disco delle ore salta al numero successivo. Poiché il flusso di potenza nella ruota principale non è influenzato dal treno ruota separato, il movimento è in grado di fornire un alto livello di precisione nel cronometraggio e una rispettabile riserva di carica di 60 ore. In omaggio ai pocketwatch originali di Pallweber, l’orologio, che è limitato a 250 pezzi, ha le etichette “Ore” e “Minuti” per le rispettive finestre rotonde sul quadrante. IWC ha valutato il Tribute to Pallweber a $ 36,600 (tutti i prezzi sono soggetti a variazioni).

IWC_Tribute_to_Pallweber_soldier_1000-replica-Italia-orologi

Uno dei due orologi dotati di tourbillon nella collezione Jubilee, l’edizione Tourbusillon “150 anni” di Portugieser Constant-Force vanta una cassa da 46 mm in platino e un quadrante laccato bianco con lancette azzurrate. In particolare, segna anche il debutto di un altro nuovo movimento interno, Calibre 94805, che combina un tourbillon a forza costante con un display “perpetuo” a fasi lunari (il che significa che dovrà essere regolato solo un giorno dopo 577,5 anni) – un altro primato tecnico per il marchio. Oltre al meccanismo a forza costante brevettato, che trasmette impulsi completamente uniformi al meccanismo e lavora in congiunzione con il tourbillon per ottenere quello che IWC chiama un livello eccezionalmente alto di precisione, il movimento a carica manuale può anche richiedere una riserva di carica eccezionalmente lunga – 96 ore, o quattro giorni interi, come si può osservare su un indicatore del quadrante alle 4:30 che unisce la visualizzazione della fase lunare tra le 12 e le 2 0 e la grande gabbia del tourbillon alle 9. In esposizione attraverso il fondello di zaffiro, Calibre 94805 è accentato da un medaglione d’oro con le insegne del Giubileo IWC.

IWC_Portugieser_ConstantForce_Tourbillon_reclining_1000-replica-Italia-orologi

IWC_Portugieser_ConstantForce_Tourbillon_back_1000-replica-Italia-orologi

L’altro orologio tourbillon della collezione è un omaggio moderno a uno degli orologi complicati più innovativi di IWC: l’originale Da Vinci Perpetual Calendar Ref. IW3750, progettato dal leggendario Kurt Klaus, che ha fatto il suo debutto nel 1985 al culmine della crisi del quarzo. Mentre quell’orologio sfidava audacemente la nozione contemporanea che le complicazioni meccaniche erano una categoria morente, la nuova edizione del Tourbillon “150 anni” del Portugieser Perpetual Calendar “fa la sua audace dichiarazione tecnologica combinando, per la prima volta in un orologio IWC, un tourbillon e una perpetua calendario. Questo orologio in oro rosa 18 carati, con cassa da 45 mm di diametro, quadrante bianco e lancette azzurrate, è limitato a soli 50 pezzi e presenta ancora un nuovo movimento IWC. orologi Italia replica

IWC_Portugieser_PCTourbillon_reclining_1000-replica-Italia-orologi

IWC_DaVinci_PerpCalendar_Vintage_1000-replica-Italia-orologi
Il nuovo Calibre 51950 è basato sul già esistente tourbillon Calibre 51900 di IWC, che alimenta gli orologi Tourbillon Mystère di IWC e aggiunge funzionalità perpetua al calendario. Il quadrante richiama l’elegante schema a quattro registri dell’iconico riferimento Da Vinci, con apertura del tourbillon a ore 12; data e indicazione della riserva di carica alle 3; mese e fase lunare alle 6; giorno della settimana alle 9 e visualizzazione dell’anno a quattro cifre in un piccolo rettangolo alle 8.

IWC_Portugieser_PCTourbillon_back_1000-replica-Italia-orologi
Per le donne, IWC presenta l’edizione 150 “Da Vinci Automatic Moon Phase 36”, che offre una visione contemporanea degli orologi da gioielleria decorativi IWC tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, più direttamente l’originale diamante-set, giallo-oro Lady Da Vinci (Ref. 8435). Ancora una volta vediamo una cassa in oro rosa e il quadrante con quadrante bianco / blu e un altro display a fasi lunari a ore 12. La cassa da 36 mm di questo orologio si distingue, tuttavia, con la sua lunetta e le anse mobili drappeggiate in 206 diamanti bianchi puri per un totale di 2,26 carati. Il suo movimento è il calibro automatico 3500 di IWC, che offre una riserva di carica di 42 ore e, in questo particolare orologio, è coperto da un fondello in oro massiccio con il marchio “150 anni”.

IWC_DaVinci_Auto_Moonphase_36_back_1000-replica-Italia-orologi
Un altro nuovo movimento interno fa il suo debutto nell’edizione automatica IWC Da Vinci “150 anni”, il cui quadrante classico semplice, con numeri arabi delle ore e piccoli secondi alle 6, ricorda più da vicino l’aspetto del Portugieser originale di IWC. orologio della fine degli anni ’30, così chiamato per il fatto che era stato ordinato appositamente da due mercanti portoghesi che volevano “un grande orologio da polso con la precisione di un orologio da taschino”. All’interno della nuova cassa in acciaio inossidabile da Vinci da 40.4 mm e dietro il quadrante blu con mani rodiate, batte il Calibre 82200 automatico, dotato del sistema di avvolgimento Pellaton di IWC e dotato di diversi componenti – come i nottolini e la camme a forma di cuore – in ceramica praticamente senza usura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *