Patek Philippe celebra quest’anno 20 anni del suo modello sportivo Aquanaut di lusso con due nuovi significativi riferimenti. Uno è il Ref tecnicamente innovativo. 5650 edizione “Ricerca avanzata”, che abbiamo approfondito durante Baselworld. L’altro è Watch Watch di questa settimana, il Rif. Aquanaut. 5168G – il primo Aquanaut in una cassa in oro bianco e, con un diametro di 42 mm, il più grande della collezione.

Patek_Philippe_Aquanaut_Ref_5168G_front_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

L’originale Aquanaut, lanciato nel 1997, è stato sviluppato dall’allora presidente replica Patek Philippe orologi Stern come versione leggermente più accessibile del più famoso orologio sportivo di lusso Patek, il Nautilus, rivolto a un pubblico più giovane e caratterizzato da un caso in tre parti più semplice (rispetto per l’elaborata costruzione “a oblò” in due parti di Nautilus) e un cinturino in gomma composita resistente (piuttosto che il costoso e difficile braccialetto in acciaio del suo predecessore). La lunetta ottagonale leggermente arrotondata dell’Aquilanaut, con appartamenti verticalmente satinati e bordi smussati e levigati, offriva un richiamo estetico a quello del Nautilus, ma i suoi numeri arabi coraggiosi e il motivo a scacchiera a scacchi sui quadranti e sul cinturino, conferivano un’identità sportiva di propria. Con il rif. 5168G, tuttavia, Patek riconosce il DNA condiviso dei due modelli: il marchio afferma che il formato del case di 42 mm di diametro rende omaggio al Nautilus del 1976 originale – che vantava la stessa dimensione, considerata enorme per gli standard di orologi da polso dell’epoca, e come risultato ha guadagnato il soprannome duraturo “Jumbo”.

Patek_Philippe_Aquanaut_ref_5168G_front-back_1000-replica-Patek-Philippe-orologi
La nuova cassa in oro bianco 18k dell’orologio è tuttavia più sottile di “jumbo” nel suo profilo: solo 8,5 mm di spessore, dovuto principalmente al movimento straordinariamente sottile, Calibre 324 SC di manifattura di Patek, visibile attraverso un fondello trasparente e misura solo 3,3 mm di spessore. Il movimento a carica automatica ha un pesante rotore centrale in oro 21k e inciso con l’emblema della croce Calatrava di Patek. I ponti sono decorati con strisce parallele di Ginevra e presentano fori svasati e lucidati per gioielli e viti; incisioni dorate e bordi arrotondati smussati e levigati sottolineano i contorni dei singoli ponti. Un altro piccolo ma squisito dettaglio: un motivo perlage al centro del rotore, che circonda il cuscinetto a sfere. Dal punto di vista tecnico, Calibre 324 S C ha una precisione di cadenza da -3 a +2 secondi al giorno, soddisfacendo i severi requisiti del proprio Patek Philippe Seal.

Patek_Philippe_Aquanaut_Ref_5168G_side_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Il quadrante, con il familiare schema a scacchiera finemente inciso, si presenta in una sfumatura azzurra che Patek definisce “blu notte”, passando dal luminoso al centro al quasi nero ai bordi esterni. (Questo effetto gradazione è apparso anche in modo appropriato nell’edizione limitata Anniversary Patek Philippe replica Nautilus, che ha segnato 40 anni di quel modello iconico nel 2016.) I numeri arabi applicati, così come le lancette delle ore e dei minuti a forma di bastone, sono in bianco oro e rivestito con Super-LumiNova. La lancetta dei secondi centrale è in bronzo e laccata bianca. La data appare in una finestra alle 3 in punto. La corona a vite, sormontata dalla croce di Calatrava, contribuisce a garantire la resistenza all’acqua dell’orologio fino a 120 metri.

Patek_Philippe_Aquanaut_Ref_5168G_soldier_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Il motivo a scacchiera del quadrante continua, in rilievo, sul cinturino composito blu notte. Resistente all’abrasione, all’acqua salata e alle radiazioni UV, questa cinghia si fissa comodamente al polso con una fibbia pieghevole a doppia sicurezza, realizzata con lo stesso oro bianco 18 carati della custodia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *