Patek Philippe, che ha reso famoso nel mondo il suo primo orologio da polso con un calendario perpetuo nel 1925, ha raggiunto la sua prestigiosa storia con quella complicazione di ispirare la nuova Ref. 5320G, lanciato a Baselworld 2017. Mentre molta attenzione post-Basilea è stata giustamente pagata al pezzo tecnicamente innovativo di Advanced Research di Patek, l’Aquanaut Travel Time Ref. 5650G, questo nuovo orologio calendario perpetuo e il suo design “retro-moderno” non devono essere trascurati.

Patek_Philippe_Ref_5320G_front_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Patek_Philippe_5320G_PPC_Hands_On_Front_Baselworld_2017-replica-Patek-Philippe-orologi
Il rif. Patek Philippe Il calendario perpetuo 5320G porta l’influenza vintage di diversi predecessori storici, tra cui il rivoluzionario modello del 1925 – un pezzo unico chiamato 97’975, e attualmente parte della collezione al Patek Philippe Museum di Ginevra – così come molti altri orologi da calendario perpetuo dal Gli anni ’40 e ’50, la maggior parte dei quali fanno solo rare apparizioni al giorno d’oggi, di solito sul blocco d’asta. Patek ha integrato per primo l’orologio da polso calendario perpetuo nella sua collezione regolare nel 1941 con l’introduzione di Ref. 1518, un orologio che combinava un calendario perpetuo con un cronografo. Un anno dopo, Rif. 1526, un modello senza funzione cronografica, ha debuttato. Entrambi i pezzi hanno aperto la strada al caratteristico design del quadrante che ancora oggi definisce gli orologi perpetui del calendario di replica Patek Philippe orologi: una doppia apertura direttamente al di sotto delle 12 per i display giorno e mese, e un quadrante alle 6 con un indicatore di fase lunare circondato da un visualizzazione della data analogica. Questo orologio, con il suo quadrante laccato color crema dall’aspetto storico, aggiunge alcuni elementi nuovi e sottili a questo layout classico: una piccola apertura rotonda giorno-notte tra le 7 e le 8 e un’apertura circolare per l’anno bisestile ciclo, con numeri arabi da 1 a 4, tra 4 e 5 in punto. Altri elementi familiari includono i numeri arabi applicati in oro e i cabochon di cinque minuti con rivestimento luminoso, le mani a bastone con punta fine riempite con Super-LumiNova (un richiamo al cronografo Patek Ref. 1463 degli anni ’50), una lancetta dei secondi sottile e controbilanciata; e la scala graduata dei secondi si estende attorno al perimetro del quadrante.

Patek_Philippe_Ref_5320G_angle_1000-replica-Patek-Philippe-orologi
Il movimento di produzione dell’orologio è Calibre 324 S Q (“S” per secondi, “Q” per quantième perpétuel, o calendario perpetuo), basato sul calibro 324 di Patek, alimentato da un grande rotore in oro 21K. Sul lato del quadrante ci sono quattro dischi per i display del calendario perpetuo, ognuno ruotando alla sua velocità all’interno della sua apertura quadrante: il disco del giorno, ad una rivoluzione a settimana; mese disco, ad una rivoluzione all’anno; disco bisestile, con un ciclo completo per otto anni; e il disco giorno / notte, a una rotazione al giorno. Il disco a fasi lunari, dietro la data analogica a ore 6, richiede solo una correzione di un giorno ogni 122 anni, il che corrisponde a un minuscolo errore giornaliero di 0,02 per mil. L’altro lato del movimento vanta la gamma di finiture di alta orologeria e raffinatezze tecniche per cui Patek Philippe replica è diventato famoso: ponti con bordi smussati e arrotondati; Striscia di Ginevra; incisioni riempite d’oro, viti con scanalature lucidate e bisellate in fori con svasatori lucidati; un equilibrio Gyromax con spirale Spiromax fatta di Silinvar ad alta tecnologia; e il suddetto rotore in oro massiccio, sospeso tra i cuscinetti a sfera e decorato con perlage, graining circolare, e una croce Calatrava incisa. Come tutti i moderni calibri Patek Philippe, questo risponde ai severi criteri di precisione e qualità del sigillo Patek Philippe, il che significa, tra le altre cose, che la sua deviazione massima varia tra -3 e +2 secondi al giorno.

Patek_Philippe_Caliber_324_S_Q_front_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Patek_Philippe_caliber_324_S_Q_back_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Patek_Philippe_5320G_PPC_Hands_On_Back_Baselworld_2017-replica-Patek-Philippe-orologi

La cassa, realizzata in oro bianco 18 carati, misura 40 mm di diametro e 11,44 mm di spessore. Come il movimento, che è visibile attraverso un fondello in zaffiro, è realizzato interamente in casa, dal design alla lucidatura finale. La sua architettura di design con influenze vintage include il cosiddetto vetro zaffiro “a scatola” sul quadrante, che ha permesso agli orologiai di mantenere i fianchi del case sottili. Estendendosi visibilmente attraverso la lunetta, questo cristallo è drammaticamente curvato, con lati interni ed esterni paralleli, al fine di prevenire la distorsione visiva del quadrante indipendentemente dall’angolo di visione. (Naturalmente, un simile cristallo sarebbe stato impossibile eseguire in zaffiro negli anni ’40 e ’50, quindi i precedenti storici di questo orologio usavano invece plexiglas antigraffio.)

Dimostrando ulteriormente l’attenzione di Patek per i dettagli e l’aderenza al patrimonio di questo orologio, anche il design delle anse deriva da un predecessore di 60 anni. Il rif. Patek Philippe 2405 introdusse il prominente profilo a tre livelli rinato nel Ref. 5320G, che – in combinazione con la cassa piatta centrale, la lunetta smussata e lucidata e il cristallo curvato, a tutto campo – crea una silhouette elegante al polso. Inoltre, un bonus per coloro che preferiscono uno stile ancora più vintage-adatto: l’orologio viene fornito con un fondello in oro bianco massiccio che può essere scambiato con lo schienale di zaffiro.

Patek_Philippe_Ref_5320G_profile_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Patek_Philippe_Ref_5320G_soldier_1000-replica-Patek-Philippe-orologi

Patek_Philippe_5320G_PPC_Hands_On_Front_2_Baselworld_2017-replica-Patek-Philippe-orologi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *