È il segnatempo Rolex replica per eccellenza, di classe, elegante ed estremamente affidabile, oltre che amato dai fan di Rollie. Ma non limitarti a crederci sulla parola. Ecco cinque cose che rendono il Datejust un orologio così duraturo.
replica rolex datejust
Imposta lo standard di visualizzazione della data. Entra in qualsiasi boutique di orologi e, probabilmente, troverai numerosi orologi con datario alle tre. In effetti, potresti persino averne uno in questo momento. Ma il primo orologio da polso per impostare questo modello era il cronometro automatico replica Rolex Datejust, lanciato nel 1945.
cyclops
Ha la classica configurazione delle lenti Cyclops. Ok, quindi questo è un argomento di contesa. C’è chi pensa che l’obiettivo Cyclops (introdotto nel 1953) sia la cosa migliore dopo il pane a fette e puristi che preferiscono i loro Rollies senza uno. Ciononostante, Cyclops migliora la leggibilità della visualizzazione della data ingrandendola 2,5 volte.
replica-rolex-3235
È preciso All’interno del Datejust c’è il calibro 3235 (sopra) per gli uomini e il calibro 2236 per le signore. A differenza di altri marchi di lusso, Rolex evita la certificazione COSC, che premia i cronometri per la loro estrema precisione. Al contrario, utilizzano il proprio sistema di test e ciascuno dei “Superlative Chronometers” di Rolex viene testato con una deviazione di soli +/- 2 secondi al giorno quando è incassato, a differenza delle certificazioni COSC di -4 / + 6 secondi quando è stato incassato.
replica rolex parachrom_hairspring
È robusto. Il calibro maschile 3235 è dotato di una spirale paracaduta che è impermeabile alle interferenze magnetiche e 10 volte più resistente agli urti rispetto alle spirali convenzionali. Calibre da donna 2236 presenta una spirale in silicio Syloxi resistente anche alla magnetizzazione e agli urti.

È efficiente Rolex replica orologi ha migliorato l’efficienza energetica del suo scappamento Chronergy modificando il suo profilo e il materiale da taglio per tagliare il peso, oltre a diradare le pareti della canna per adattarsi a una molla di maggiore capacità. Ciò ha comportato un’estensione della riserva di carica dalle solite 40 ore alle 70 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *