IWC Schaffhausen distribuisce una collezione Da Vinci interamente ridisegnata al SIHH 2017. I nuovi segnatempo rimuovono la valigetta ispirata agli anni ’60 del recente aggiornamento della serie nel 2007, abbracciando invece le classiche custodie rotonde degli anni ’80 Da Vinci. Il marchio afferma che la nuova collezione comprenderà una serie di modelli da 36 mm su misura per le donne, oltre a una manciata di modelli da uomo con complicazioni dell’alta orologeria. Il primo di questi ultimi a essere rilasciato prima di SIHH 2017 è il nuovo cronografo perpetuo da calendario IWC Da Vinci – che è anche il primo orologio IWC a combinare contatori di ore e minuti di un cronografo e un display a fasi lunari in un unico quadrante.

Per sviluppare il nuovo movimento di manifattura di questo orologio, gli orologiai di IWC si sono rivolti a un classico per la loro ispirazione: il Calendario Perpetuo Da Vinci del 1985 progettato dal maestro orologiaio e leggenda vivente dell’IWC Kurt Klaus. La sfida che gli orologiai affrontarono, e alla fine superò, combinando i contatori cronografici con la fase lunare fu che l’attuale movimento calendario perpetuo di IWC, Calibre 52610, ebbe la fase lunare a ore 12, il che significava che qualsiasi mano aggiunta avrebbe avuto andato dritto attraverso il centro del disco lunare. Anche l’utilizzo del calibro del cronografo orologi IWC replica 89360 come base non era un vantaggio, poiché la sua architettura non lasciava spazio per aggiungere una fase lunare. Il risultato è stato il nuovissimo IWC Caliber 89630, che incorpora un disco lunare placcato in argento o placcato in oro con una sezione arrotondata blu scuro, che rappresenta l’ombra della Terra, che ruota per mostrare la luna crescente e calante. Il motivo lunare è esaltato da particelle di oro bianco cosparse sulla distesa del quadrante blu scuro, evocando l’aspetto di un cielo notturno costellato di stelle.

IWC_Da_Vinci_Perpetual_Calendar_Chronograph_reclining_1000-replica-IWC-orologi
La fase lunare è ultra-precisa, deviando dal ciclo reale della luna di un solo giorno ogni 577,5 anni. Le visualizzazioni del calendario perpetuo per la data, il mese e il giorno si trovano su tre quadranti a ore 3, 6 e 9, rispettivamente, mentre una piccola finestra a ore 8 indica l’anno a quattro cifre; come tutti gli orologi da calendario perpetui, il suo movimento è programmato meccanicamente per tener conto degli anni bisestili.

Il cronografo, che è dotato di una funzione flyback, è azionato tramite due pulsanti cilindrici sul lato del case (un aggiornamento contemporaneo, dice replica IWC orologi, dai pulsanti “a fungo” dell’orologio del 1985) e registra i tempi fermi sul singolo quadrante blu scuro a ore 12, che ospita anche la fase lunare. La lettura aggregata di ore e minuti insieme è una visualizzazione molto più intuitiva rispetto ai contatori separati utilizzati sulla maggior parte dei cronografi. La lancetta del cronografo centrale azzurrata consente di visualizzare i tempi di fermo con una precisione di 1/4 di secondo. Un ulteriore vantaggio: il movimento è progettato in modo che il cronografo possa funzionare continuamente senza diminuire la riserva di carica.

IWC_Da_Vinci_Perpetual_Calendar_Chrono_back_1000-replica-IWC-orologi

La cassa in oro rosa 18 carati del nuovo cronografo IWC Da Vinci Perpetual Calendar misura 43 mm di diametro e 15,5 mm di spessore. Ha una esecuzione più sottile della ghiera a doppio telaio che era un segno distintivo della collezione Da Vinci degli anni ’80, e presenta anche delle anse mobili ricurve e disegnate di recente per garantire che la cinghia si adatti perfettamente ai polsi di qualsiasi dimensione. Un fondello in vetro zaffiro rivela Caliber 89630, dotato di un sistema automatico di avvolgimento a doppio cricchetto, una frequenza di 28.800 fps e una riserva di carica di 68 ore. Punti salienti estetici sono le viti azzurrate e un rotore in oro massiccio. Il prezzo sarà annunciato a SIHH 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *